AMORE DI LIBERTÀ

Facebook Linkedin Instagram

Non è necessario scomodare i grandi filosofi dell’antichità per rendersi conto che libertà e amore (e anche il rapporto che esiste tra i due) sono temi che interessano e appassionano ogni essere umano. Ne hanno scritto e trattato cantanti, autori, artisti, politici e personaggi vari in diverse forme e modalità, ispirando e stimolando i dibattiti pubblici o le riflessioni personali in tutte le epoche. Ancor di più oggigiorno, immersi in un mare infinito di opportunità, sembra essere un argomento frequente di conversazione. Questo perchè, al di là del periodo storico, in ognuno di noi è presente un desiderio naturale che chiede di essere realizzato.

Nell’ambito del coaching umanistico, il concetto di libertà può essere inserito nel più ampio ambito di quella che viene definita “Felicità dell’Essere” e, cioè, una delle tre “attività esistenziali” che, se concretizzata in sintonia con le proprie potenzialità e aspirazioni, porta all’auto-realizzazione.

Secondo questo principio per essere felici è fondamentale, tra le altre cose, (saper) essere liberi, indipendenti, autonomi, non in senso egoistico e individualistico, ma, anzi, proattivo ed incisivo. Ciò significa avere consapevolezza di sè, delle proprie idee, emozioni, passioni e far sì che esse guidino e accompagnino le azioni di auto-governo.

In questo senso, l’autonomia non è intesa in contrapposizione con la relazionalità, ma è lo spazio entro cui l’essere umano coltiva e sviluppa una sua personale visione del mondo per poter poi agire la propria scelta libera e cosciente fra gli altri e nei diversi contesti. La persona libera è capace di interagire con l’ambiente, ricevere e integrare stimoli positivi dall’esterno, rifiutare ciò che non ritiene buono, e, al contempo, a sua volta influenzare e stimolare, il tutto in coerenza con la propria identità.

fortunato-main-image-exampleCome accade per gli altri “tipi” di felicità (relazioni, opera), ci sono persone che traggono da questo ambito (più che dagli altri) maggiori soddisfazioni e piaceri e nel quale investono gran parte del loro tempo. Sono le persone che esprimono in modo particolare l’amore per la vita e per il proprio essere nella vita, che hanno bisogno di un tempo e uno spazio determinati in cui prendersi cura di se stessi perciò amano stare da sole, a contatto con la natura o in luoghi intimi e riservati, godono delle cose semplici, del sole sulla pelle in riva al mare o della bellezza di una vetta innevata, camminano, si dedicano alla meditazione o alla lettura.

Coltivare la Felicità dell’essere, però, anche a chi ne trae particolare giovamento, non basta per raggiungere una completa realizzazione personale poichè, come accennato in precedenza, l’essere umano ha bisogno anche di esprimere le proprie competenze in un fare (lavoro, studio, sport, attività varie,…) e di relazionarsi con gli altri, creando (più o meno) legami. Questo è uno degli ulteriori motivi per cui possiamo dire che libertà e amore non entrano in competizione, ma si sostengono e si alimentano.

Perseguire il bene e la felicità altrui (amarenon può realmente concretizzarsi se non garantisce all’altro la possibilità di coltivare il suo, piccolo o grande, spazio di libertà.

L’amore, come anche l’amicizia, devono la loro forza e la loro bellezza proprio a questo fatto: che generano un legame senza togliere la libertà. L’amore è libero, la promessa della famiglia è libera, e questa è la bellezza. Senza libertà non c’è amicizia, senza libertà non c’è amore, senza libertà non c’è matrimonio.
Papa Francesco

Qualunque cosa distrugga la libertà non è amore. Deve trattarsi di altro, perché amore e libertà vanno a braccetto, sono due ali dello stesso gabbiano.
Osho


Con Te e Senza di Te
Una nuova visione delle relazioni umane
€ 12