PER ESSERE FELICI CI VUOLE CORAGGIO

Facebook Linkedin Instagram

Per essere felici ci vuole coraggio
Karen Blixen, autrice de “La mia Africa”

Parlare di felicità oggi è ancora un tabù. Sono molte, infatti, le persone che incontro e che pensano sia una condizione impossibile da raggiungere, frutto di un colpo di fortuna, che capita solo a pochi, o di piccoli piaceri che ci si può concedere occasionalmente tra una fatica e l’altra.

Certo, effettivamente non è facile spiegare cosa sia precisamente, ma io credo che si possa tentare di definirla come un insieme di pensieri, emozioni ed azioni che mettiamo consapevolmente in gioco per raggiungere un obiettivo, un desiderio di autentica soddisfazione personale. Per questo non può essere identificabile con un benevolo scherzo della sorte o uno sporadico momento di benessere. Per questo richiede coraggio.

Il coraggio di fermarsi e chiedersi onestamente come sta andando la propria vita e se si vuole fare qualcosa per cambiarla.

Il coraggio di abbandonare vecchie abitudini, strutture mentali troppo rigide, convinzioni limitanti; di andare contro tendenza, sentirsi “pesci fuor d’acqua” o di “lasciare quel che si ha per qualcosa che non si sa“; di prendersi degli spazi, far valere le proprie opinioni, scontrarsi con l’educazione dei genitori o le regole della famiglia; di essere onesti col partner, esporsi col datore di lavoro, chiarire il rapporto con un caro amico…

La felicità richiede coraggio per superare la paura.
Perché fondamentalmente il problema è tutto lì: abbiamo paura.

Paura di farci vedere per quello che realmente siamo, paura di essere rifiutati o giudicati, paura di amare e di essere amati, di non essere all’altezza, paura di non dare o fare abbastanza, di non riuscire a superare una difficoltà o affrontare un problema, di deludere o di essere delusi, paura di soffrire, di piangere, volare, cambiare, rischiare, lasciare andare…

La paura è un’emozione primitiva e fondamentale per la sopravvivenza dell’essere umano, ma quando è troppa manda tutto in tilt e non svolge più la sua funzione originaria.

La paura esiste e non può esserci coraggio senza paura.

Quindi se vuoi essere felice, abbi coraggio, abbi il coraggio di vincere la paura, di farti vedere. Coltiva i tuoi punti di forza e sii consapevole dei tuoi lati più deboli, ma smetti di nasconderti. Guardati attorno, quando incontri una persona libera di essere se stessa non provi gioia e serenità? Perchè per te non dovrebbe essere lo stesso?

Quello che sei ha più forza della paura che senti. Corri il rischio.


[Vi riporto un breve clip del film “La mia Africa” non per supportare o meno un’idea, ma per stimolare ulteriormente la riflessione]


macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti