CAMMINARE PER RINASCERE

Facebook Linkedin Instagram

Quante volte vi siete chiesti “se tornassi indietro, se rinascessi”? poche? bene! molte? bene ugualmente! Ho scritto già diverse volte sul tema del rinascere e ricominciare, ci sono molti modi per provare a dare una svolta alla propria vita, questo è uno dei tanti!

 

Chi ha percorso il Cammino di Santiago sicuramente ne avrà avuto testimonianza: le persone, sul quel tratto di strada battuto ormai da secoli, cambiano. Qualunque sia la motivazione con cui ci si mette in viaggio, dentro ogni viandante c’è sempre un desiderio di trasformazione che chiede di essere realizzato e che troverà modo di esprimersi. Anche se non per tutti vi è un’immediata consapevolezza, nessuno torna da un’esperienza simile senza sentirsi un po’ diverso ed è questa la magia: il cammino rigenera, dà vita a qualcosa di nuovo.

Camminare in modo costante, infatti, ci costringe a rallentare e a vedere ciò che ci circonda con occhi differenti, ci permette di riflettere, meditare e dialogare con noi stessi in un contesto lontano da quello frenetico e stressante della quotidianità e, quindi, di modificare prospettiva e punto di vista. Tutto ciò non può che portare evoluzioni positive nella nostra vita e nel nostro modo di approcciarci ad essa.

A volte non è un processo che si innesca facilmente, può volerci un po’ di tempo per sentirne i benefici mentali, ma non c’è dubbio sul potere rinforzante che può avere il mettersi in cammino (verso Santiago o altre mete), soprattutto in particolari fasi della vita in cui “andare avanti con le proprie gambe” non è solo un motto metaforico, ma un concreto strumento per superare momenti di difficoltà e ricominciare una nuova esistenza.

..continua a leggere su apiediperilmondo.com