COME AFFRONTIAMO LE FERITE DELLA VITA?

Facebook Linkedin Instagram

Che siano i cerotti o la fede a guidarci ciò che è uguale per tutti è che nel cammino a piedi, così come in quello della vita, le cadute e le sofferenze fanno parte del percorso. Solo chi si muove può rischiare di farsi male, ma è così che si raggiungono mete, sogni ed obiettivi: abbiamo imparato a camminare per andare avanti.

Spesso ci lamentiamo delle sfortune che ci capitano, ma, se è vero che nulla accade per caso, anche le ferite si creano e arrivano per un motivo, per indicarci qualcosa che non funziona correttamente o come conseguenza di un’azione avventata: un insegnamento, quindi, oltre e aldilà del dolore, per migliorare, aggiustare, cambiare strada.

Anche quando il malessere è provocato a causa di un’indicazione sbagliata o un compagno poco affidabile si cela una lezione da imparare e un’occasione per crescere e acquisire sicurezza, superando la difficoltà.

Così come dare una mano a chi si è ferito, oltre a farci stare bene, può insegnarci qualcosa o farci vedere le persone sotto un altro punto di vista: donne minute e fragili che hanno soccorso uomini allenati e muscolosi, ragazzi timidi e impacciati che hanno dimostrato sangue freddo di fronte ad una caviglia sanguinante ci testimoniano quanta fragilità o forza ci possa essere oltre l’apparenza.

..continua a leggere su apiediperilmondo.com