NIKSEN: IL DOLCE FAR NIENTE OLANDESE

Facebook Linkedin Instagram

Ricordate il concetto danese di felicità: hygge?

Bene, gli olandesi ne hanno “inventato” un altro che sembrerebbe ancor più interessante per allontanare lo stress e, di conseguenza ritrovare benessere, si chiama niksen, letteralmente oziare, far niente.

Nulla di nuovo, direte voi, ed, in effettti, in apparenza, potrebbe sembrare una cosa molto banale e ridicola, ma quante sono le volte in cui riuscite davvero a fermarvi e prendervi una pausa dagli impegni quotidiani, compresi gli hobby e gli aperitivi con gli amici? a stare inattivi?

Spesso siamo abituati a pensare al far niente come ad un aspetto negativo associato a pigirizia, apatia, depressione, ma, in realtà, ha un suo valore positivo, tanto quanto la più riconosciuta siesta, che può contribuire a migliorare la qualità della nostra vita.

Nello specifico, praticare il niksen significa “fare qualcosa senza uno scopo“, qualcosa che non richiede energia e attenzione, come ad esempio:

– Rimanere in contemplazione alla finestra
– Stare sdraiati sul letto guardando il soffitto
– Stare seduti su una panchina del parco e lasciare che il mondo scorra davanti a noi
– Sognare ad occhi aperti
– Ascoltare la musica senza un motivo particolare

Sì, lo so, per alcuni di voi potrebbe essere una “perdita di tempo”, ma è proprio questo il motivo per cui dovreste provare a farlo: cambiare prospettiva! Potreste scoprire che è utile, oltre che rilassante, infatti:

  • Allena a stare nel presente, senza preoccuparsi del passato o del futuro
  • Stimola la creatività: dal vuoto spesso emergono le idee migliori
  • Permette al cervello di resettarsi e, quindi, poi ai pensieri di fluire meglio
  • Ricarica e rigenera lo spirito

Niente di meglio, no?