VISHUDDHA: LA VIBRAZIONE

Facebook Linkedin Instagram

Situato nella zona della gola, all’incrocio delle ossa delle clavicole, il quinto chakra è il primo che ci collega alle energie superiori, più sottili ed astratte; qui, in particolare, ci abbandoniamo al potere della comunicazione e dell’espressione creativa.

Dopo l’Aria, incontriamo il Suono che ci permette di far sentire la nostra voce e, in quanto vibrazione, richiama anche l’Etere, l’elemento sconosciuto, ma ricco di pulsioni ritmiche che attraversano tutte le cose.

Essere in risonanza con queste onde è fondamentale per sintonizzarci col mondo esterno in una nuova modalità, meno solida e più affine al campo della mente.

Nella nostra parte “alta” entriamo in contatto con i simboli che, in questo punto, si trasformano in parole, lo strumento che utilizziamo per dire chi siamo, cosa pensiamo, vogliamo e proviamo.

Ciò che abbiamo portato dentro di noi, soprattutto attraverso il secondo chakra, ora può uscire, rielaborato dalla coscienza, dal nostro sè interiore.

Quando siamo radicati, viviamo le nostre emozioni, abbiamo un ego forte e siamo aperti all’amore (chakra inferiori) possiamo manifestare completamente la nostra individualità.

Un disequilibrio del 5° chakra può manifestarsi in eccesso con il bisogno di controllare le conversazioni, parlata rapida e incessante, solitamente con pochi contenuti oppure in difetto con difficoltà a mettere insieme le parole, voce debole e sottile, timore di dire la propria verità.

Per portare anahata in armonia con consapevolezza bisogna innanzitutto lavorare sui chakra inferiori e portare equilibrio alle parti di noi che abbiamo negato per poter risvegliare la nostra identità creativa; anche cantare e recitare mantra aiuta a scaricare o caricare l’energia di questo chakra.

In particolare, sia in caso di eccesso sia in caso di difetto, è necessario entrare in contatto con i traumi del passato legati a modalità comunicative basate su paura, vergogna o colpa, segreti, bugie, messaggi contradditori urla o autoritarismo che hanno bloccato o alterato l’emissione della nostra voce.

Percepire le vibrazioni dentro e attorno a noi ci permette di comunicare con accuratezza la verità della nostra esperienza e, al contempo, saper ascoltare e accogliere la verità di un altro, di affrontare la vita in modo creativo.


CONSIGLIO DI LETTURA

Atlante dei Chakra
Il percorso verso la salute e la crescita spirituale