Facebook Linkedin Instagram

MASSAGGIO THAI YOGA: IL MOVIMENTO PASSIVO

LE ORIGINI

Il massaggio thailandese, come tutti i trattamenti tradizionali, ha origini lontane nel tempo e poche scritture disponibili a descriverlo, poiché tramandato principalmente in forma orale; fa riferimento ad altre pratiche della cultura asiatica, soprattutto indiane, e, nella forma del Thai Yoga, in particolare, unisce i prinicìpi dell’Hatha Yoga e dell’Ayurveda dando vita ad una tecnica manuale unica e originale.

Si tratta di una sorta di “ginnastica” passiva e di uno stretching volti alla restituzione della flessibilità e dell’elasticità di articolazioni e tessuti, nonché ad una stimolazione della circolazione sanguigna e linfatica.

LE CARATTERISTICHE

Il Massaggio Thai Yoga viene effettuato a terra su una superficie abbastanza morbida (futon) con pressioni di palmi e pollici, ma anche piedi, ginocchia e gomiti, stiramenti e torsioni.

Il ricevente è vestito con abiti comodi e leggeri, che non ostacolino gli allungamenti previsti, ed è, a tratti, coinvolto direttamente nel movimento.

I BENEFICI

Il Thai Yoga Massage aiuta a:

  • mantenere una postura corretta
  • migliorare la mobilità articolare
  • sciogliere tensioni muscolari
  • aumentare l’ossigenazione
  • favorire le funzionalità del sistema nervoso e il rilassamento