TELEFONO

371 446 4981

EMAIL

rossella@energiainarmonia.it

ORARI

L•M•V: 10.30-12.30 / 15.00-19.00 M•G: 15.00-21.00 S: 10.30-12.30 / 15.00-17.00

Negli ultimi anni si sta facendo strada un (apparente) nuovo approccio alla medicina e ai temi del benessere in generale definito dal termine “olistico“: un vocabolo usato ormai da molti, in differenti contesti e con sfumature diverse, che merita sicuramente un approfondimento.

ORIGINI E SIGNIFICATO DI OLISTICO

L’aggettivo “olistico” fa riferimento all’olismo (dal greco ὅλος = hòlos, cioè «totale», «globale»), una teoria filosofica e scientifica secondo la quale le proprietà di un sistema non possono essere spiegate esclusivamente tramite le sue singole componenti o le sue parti, ma prendendo in considerazione il tutto.

Per trovare traccia di questo concetto bisogna rileggere Aristotele (300 a. C.), che riunificò il dualismo platonico corpo-mente in un’unità chiamata “sinolo”, e il neoplatonismo (200 d.C.), che estese il concetto al macrocosmo individuando nell’Anima Mundi (Anima del Mondo) il principio unificante da cui prendono forma i singoli organismi.

Si tratta, in realtà, di una concezione tipicamente orientale, che trova in India e in Cina numerose testimonianze già dal XIII Secolo a.C. e che, in Occidente, inizia ad avere una dignità e una sua esplicita definizione solamente nel 1900.

Approfondendo, è possibile, però, rinvenire elementi di questa visione sin dagli albori dell’umanità, nelle religioni animiste, nel politeismo e nel paganesimo come espressione di una natura non frammentata e intelligente da cui hanno vita le piante, gli animali e gli esseri umani.

Da ciò ne deriva che, quando applicata concretamente ad una tecnica, a uno strumento o ad una disciplina, la visione olistica basa le sue osservazioni sulla complessità del soggetto, su tutte le sue strutture, interconnesse tramite una comune origine.

ESEMPI DI APPROCCIO OLISTICO

Così, ad esempio, l’Operatore Olistico, nell’interazione col Cliente, si pone con uno sguardo a 360 gradi, tenendo sempre in considerazione l’interezza dell’individuo, e utilizzando competenze pluridisciplinari e un approccio integrato; attraverso l’uso di diverse tecniche corporee, naturali, energetiche, artistiche e meditative, egli facilita l’ascolto, la consapevolezza, il processo di trasformazione e crescita, l’equilibrio energetico globale della persona.

In particolare, il Massaggio Olistico agisce per riequilibrare l’intero sistema del ricevente, favorendo il rilassamento del corpo (grazie allo scioglimento delle tensioni fisiche) e, nel contempo, calmando i pensieri della mente (predisponendo ad una maggiore consapevolezza) e aiutando a far fluire le emozioni (per coltivare l’armonia dello spirito).

Anche in medicina, l’approccio olistico viene sempre più preso in considerazione come “forma alternativa” che considera la salute non come semplice assenza di malattia, ma come un benessere complessivo di corpo, mente, società e ambiente unito all’evoluzione psicofisica.

In questo senso, il singolo sintomo non è più visto come un segnale da sopprimere ad ogni costo, ma, bensì, come un avvertimento del corpo nel tentativo di ripristinare un equilibrio andato perso (vedi asse PNEI – psico-neuro-endocrino-immunitario).

Allo stesso modo, in tutte le diverse attività che si fondano su questa dottrina (coaching olistico, counselling olistico, psicologia olistica, centro o studio olistico, festival olistico, …), il punto di partenza è sempre il medesimo: l‘insieme che prevale sulla divisione.


Ti potrebbero interessare anche...